Modelli orario lezioni

Nell’attuazione dei modelli orari si tiene conto anche delle esigenze, correlate alla domanda delle famiglie, di una più ampia articolazione del tempo scuola.

Nel corrente anno scolastico i modelli orario adottati nell’Istituto Comprensivo sono riportati nelle pagine dei corrispondenti plessi (menu di sx):

Scuola dell’infanzia

La scuola dell’infanzia è disciplinata dall’art. 2 del Regolamento sul primo ciclo approvato con D.P.R. del 20 marzo 2009, n. 89.

Possono essere iscritti alla scuola dell’infanzia i bambini che hanno compiuto o compiranno, entro il 31 dicembre dell’anno solare in corso, il terzo anno di età. Ricorrendo le condizioni di cui alla C.M. n. 110 del 30 dicembre 2011 (iscrizioni per l’a.s. 2012/13), possono, altresì, essere ammessi alla scuola dell’infanzia i bambini che compiranno tre anni di età entro il 30 aprile dell’anno solare successivo, una volta effettuate le opportune valutazioni di carattere pedagogico-didattico da parte del collegio dei docenti, in ordine ai tempi e alle modalità di accoglienza.

Scuola Primaria

La scuola primaria è disciplinata dall’art. 4 del Regolamento sul primo ciclo, approvato con D.P.R. del 20 marzo 2009, n. 89.

Devono iscriversi alla classe prima della scuola primaria i bambini che compiono i sei anni di età entro il 31 dicembre dell’anno solare in corso. Sono ammessi anticipatamente alla frequenza anche coloro che compiono i sei anni di età entro il 30 aprile dell’anno solare successivo.

L’articolo 4 del decreto legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169, prevede che le famiglie possano operare le loro scelte, tra i modelli orari previsti dal citato D.P.R. n. 89/2009.

Scuola secondaria di I grado

La scuola secondaria di I grado è regolata dall’art. 5 del Regolamento sul primo ciclo approvato con D.P.R. del 20 marzo 2009, n. 89.

Sono previsti due modelli di articolazione oraria nella scuola secondaria di I grado: quello relativo al tempo scuola ordinario, corrispondente a 30 ore settimanali (29 ore di insegnamenti curricolari, più 1 ora di approfondimento di italiano) e quello relativo al tempo prolungato, 36 ore settimanali.

il corso ad indirizzo musicale, tempo scuola 32 ore,  prevede lo studio individuale di uno strumento (pianoforte, chitarra, violino, flauto, violoncello e clarinetto).

Le 2 ore aggiuntive di insegnamento, oltre le 30 ore previste dal modello ordinario,  sono destinate alla pratica strumentale individuale e/o per piccoli gruppi anche variabili nel corso dell’anno, all’ascolto partecipativo, alle attività di musica di insieme, nonché alla teoria e lettura della musica: quest’ultimo insegnamento – un’ora settimanale per classe – può essere impartito anche per gruppi strumentali (D.M. 201/1999, art. 3).

 

Lascia un Commento