Navigazione veloce

Chi siamo

L’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” è una scuola pubblica, statale, di Venezia che eroga il servizio scolastico sulla base dei principi sanciti dalla Costituzione Italiana e dalla normativa vigente.

La nuova Istituzione scolastica nasce il 1° settembre 2013 dalla fusione di cinque scuole appartenenti al precedente Istituto Comprensivo Dante Alighieri (B. Munari, R. Michiel, Duca D’Aosta, A. Palladio, D. Alighieri) e  tre scuole appartenenti all’Istituto Comprensivo A. Diaz (M. Pascolato, G. Gozzi, P. F. Calvi).

Il contesto territoriale dell’Istituto è straordinario, Venezia è universalmente considerata una tra le più belle città del mondo ed è annoverata tra i patrimoni dell’umanità tutelati dall’UNESCO: culla della letteratura, delle arti figurative, dell’architettura e della musica.

Gli otto plessi dell’Istituto Comprensivo sono collocati in 3 su 6 Sestieri della Città.

  • La Scuola secondaria  di I grado D. Alighieri è collocata nel Sestiere di S. Marco.
  • La Scuola dell’Infanzia B. Munari e la Scuola Primaria R. Michiel sono collocate nel Sestiere  Dorsoduro.
  • La Scuola Primaria Duca d’Aosta e la Scuola Secondaria di I grado A. Palladio sono collocate alla Giudecca, facente parte del Sestiere Dorsoduro.
  • La Scuola dell’Infanzia M. Pascolato, la Scuola Primaria G. Gozzi e la Scuola Secondaria di I grado P.F.Calvi. sono collocate nel Sestiere Castello.
ISTITUTO COMPRENSIVO VENEZIA 3 D. ALIGHIERI
Infanzia Primaria Secondaria I Grado
  • M. Pascolato (Castello)
  • B. Munari (Dorsoduro)

 

  • G. Gozzi (Castello)
  • Duca D’Aosta (Giudecca)
  • R. Michiel (Dorsoduro)
  • D. Alighieri (S. Marco)
  • A. Palladio (Giudecca)
  • P.F. Calvi (Castello)

 

 

 

 

L’aggregazione di più scuole di diverso ordine consente di concentrare e coordinare in un unico Istituto e sotto un’unica Dirigenza la Scuola dell’Infanzia e il I Ciclo di istruzione  costituito dalla scuola primaria, della durata di cinque anni, e della scuola secondaria di primo grado della durata di tre anni.

L’unione delle risorse umane consente di creare un rapporto di collaborazione fra gli insegnanti dei diversi ordini di scuola al fine di realizzare una vera continuità di curricolo in senso verticale.

Per far sì che gli alunni abbiano pari dignità sociale e garantire i Diritti Inviolabili dell’Uomo, l’Istituto si ispira, ai principi costituzionali sulla scuola  e ai principi della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, principi ispiratori che sono alla base del percorso formativo attraverso il quale la scuola, oltre ad essere luogo preposto all’istruzione e alla trasmissione della cultura, diventa essa stessa esperienza di civile convivenza e crescita formativa per gli allievi.

Le linee guida che tracciano tale percorso formativo e che vedono coinvolto l’intero Istituto in tutte le attività, sono:

1.               La centralità della persona

2.               La scuola come comunità democratica

3.               La scuola come luogo di educazione

4.               La scuola in relazione con la realtà esterna

L’impegno  è quindi quello di educare persone libere da pregiudizi, fornite di specifiche competenze, capaci di operare come cittadini responsabili e solidali, pertanto si configura come una scuola:

  • Autonoma in quanto con la Legge 59/97 (cd Bassanini) il Parlamento ha approvato il principio dell’autonomia delle istituzioni scolastiche dotandole di personalità giuridica.
  • Libera in quanto riconosce e attua le condizioni per il pieno esercizio della libertà di insegnamento, per l’esercizio della libertà di scelta delle famiglie e per il diritto all’apprendimento degli alunni, cioè il diritto al successo formativo.
  • Laica in quanto sono riconosciute e difese la piena libertà d’insegnamento e l’essenza critica, antidogmatica, del sapere
  • Pluralista perché riconosce e rispetta le varie confessioni religiose e le pluralità culturali
  •  Inclusiva perché favorisce e facilita la piena integrazione di tutti gli alunni con particolare attenzione ai soggetti con Bisogni Educativi Speciali (difficoltà di apprendimento, disabilità psico-fisiche, disagio sociale, diversità linguistiche e/o culturali)
  • Sostenibile perché alimenta il benessere di ciascuno senza compromettere quello degli altri
  • Partecipativa perché favorisce la collaborazione attiva delle varie componenti scolastiche ed il coinvolgimento dei vari partner territoriali

In questo contesto, dinamico e al passo coi tempi, l’Istituto  nel promuovere l’educazione e l’istruzione dei suoi alunni, al fine di renderli Cittadini Europei, capaci di interagire positivamente sia con la comunità locale che con quella globale, si pone le seguenti finalità:

  • la formazione dell’uomo e del cittadino
  • la sua educazione
  • la preparazione culturale adeguata all’età e alle esigenze della società attuale
  • il suo orientamento, per consentire a ciascuno di realizzare un proprio “progetto di vita”

Per la sua funzione educatrice e per i suoi principi ispiratori, si propone di dare una risposta che possa soddisfare i bisogni di tutti, tenendo conto sia della valorizzazione delle eccellenze come pure delle situazioni problematiche che richiedono interventi speciali atti a  rimuovere gli ostacoli che di fatto  limitano l’uguaglianza e la libertà dei cittadini (rif. art. 3 Cost). A tal proposito si impegna:

  • a garantire una scuola equa e di qualità al fine di migliorare gli apprendimenti di tutti gli alunni;
  • a lavorare per l’inclusione, attraverso la valorizzazione della diversità e l’organizzazione dell’accoglienza e dell’integrazione;
  • a favorire il dialogo e la collaborazione nelle relazioni interpersonali;
  • a cooperare con le risorse presenti sul territorio per valorizzare le peculiarità presenti.